LNL: 23° CORSO AVANZATO DI RADIOPROTEZIONE MEDICA 
 ELENCO COMPLETO 

DATA: 31-08-2009

LABORATORI NAZIONALI DI LEGNARO
L’incontro con l’evento oncologico nel corso della Sorveglianza Medica della Radioprotezione produce, accanto al primario coinvolgimento sul piano umano, complessi problemi di vario ordine e grado. In primo luogo emerge l’esigenza di classificare una patologia pur grave, ma aspecifica e quindi indistinguibile da analoghe affezioni dovute ad altre cause, ai fini di una possibile radioinduzione. E tutto ciò nel contesto di una realtà immanente costituita da tumori cosiddetti “spontaneous or natural” (ICRP), responsabili di un tasso di mortalità nella popolazione in generale del 25% ed oltre. Tale quota di tumori e gli eventuali tumori radioindotti possono giungere all’osservazione clinica del Medico Competente e del Medico Autorizzato nella loro indistinta globalità. Il giudizio valutativo deve anche tener conto nella circostanza degli effetti di una specifica “percezione del rischio” in genere asimmetricamente vissuta. Né valgono al riguardo considerazioni comparative con il fondo naturale delle radiazioni che spesso scavalca nella sua variabilità, anche abbondantemente e “sine cura”, valori di dose vincolanti per legge e posti a giustificazione di interventi radioprotezionistici riservati ad alcune categorie essenzialmente esposte a fonti artificiali. Conclusivamente, la risultante valutativa alle basse (e bassissime) dosi va sottoposta al vaglio del teorema “lineare senza soglia” (LNT Model), al momento attuale qualificato a livello internazionale, ma non unanimemente, come “biologicamente plausibile” e spesso inteso impropriamente come “attribuibile”. In questo contesto viene ad essere riconfermata l’essenzialità dei compiti di prevenzione oncologica secondaria che la Sorveglianza Medica della Radioprotezione è chiamata da assolvere, come pure l’esigenza di criteriologie atte a valutare nel singolo caso, a livelli razionalmente credibili, la verosimiglianza causale tra esposizione ed evento tumorale osservato. Il Corso ha lo scopo di affrontare i molteplici aspetti recentemente emersi nell’ambito della Radiopatologia Oncologica e di fornire, per ogni sede tumorale di maggiore rilevanza radioprotezionistica, specifici elementi scientifici ed operativi (radioepidemiologici, istopatologici, clinici, diagnostici, medico-legali) che più compiutamente rispondano alle prevalenti finalità di questa speciale occasione di Medicina preventiva.


 SITO COLLEGATO 
http://www.airm.it/23-Corso-Avanzato-di-Radioprotezione-Medica.html

 EVENTI RECENTI 
19-04-2019: Seminario su "Contribution of low energy experiments in BSM searches: the Muon g-2 experiment at Fermilab"
16-04-2019: Matinées di Scienza INFN-LNF Gli acceleratori di particelle: da microscopi subatomici a strumenti per la medicina
16-04-2019: International Masterclasses-alla scoperta del mondo dei quark
13-04-2019: Finale regionale Premio Asimov
13-04-2019: Premio Asimov 2019 - cerimonia locale
12-04-2019: Le frontiere della fisica dell' Universo
11-04-2019: I Laboratori Nazionali del Gran Sasso: studiare il cosmo dalle profondità della montagna
11-04-2019: Incontro con Paul Meitner
10-04-2019: Coulomb-excitation experiments with the Q3D spectrometer at MLL - Magdalena Zielinska
09-04-2019: Nuclei per la cultura

[Back]

 

 

 

Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
tel. +39 066840031 - fax +39 0668307924 - email: presidenza@presid.infn.it

F.M. F.E.