FI: LA SCOPERTA DELLE ONDE GRAVITAZIONALI 
 ELENCO COMPLETO 

DATA: 12-05-2016

SEZIONE DI FIRENZE
Berlino, 1916, cento anni fa. Albert Einstein ha presentato da pochi mesi la sua rivoluzionaria teoria della gravitÓ, nota come relativitÓ generale, all'Accademia Prussiana delle Scienze. E la utilizza per fare una previsione sorprendente: la gravitÓ si propaga per mezzo di onde, increspature dello spazio tempo che viaggiano alla velociÓ della luce, proprio come la luce visibile, le onde radio e tutte le radiazioni elettromagnetiche. Queste onde gravitazionali, per˛ sono debolissime e lo stesso Einstein Ŕ convinto che non avranno mai nessuna importanza per la fisica. In questi cent'anni la relativitÓ generale Ŕ stata messa alla prova in moltissime situazioni ed Ŕ sempre stata pienamente confermata, ma le onde gravitazionali erano sempre sfuggite ai nostri strumenti di misura. Finalmente, all'inizio di quest'anno la collaborazione internazionale LIGO-VIRGO ha annunciato di aver rivelato per la prima volta le onde gravitazionali prodotte dalla fusione di due buchi neri. E' una scoperta eccezionale, non solo per l'enorme difficoltÓ della misura e perchŔ costituisce una ulteriore fondamentale conferma sperimentale della teoria di Einstein, ma perchŔ apre un canale di "ascolto" dell'universo totalmente nuovo, destinato con ogni probabilitÓ a rivoluzionare la nostra comprensione del cosmo. Ne parliamo con Giovanni Losurdo, fisico dell'INFN di Firenze, membro del team LIGO-VIRGO e responsabile dell'esperimento Advanced Virgo, il nuovo rivelatore di onde gravitazionali pronto a partire a Cascina, vicino a Pisa.


 SITO COLLEGATO 

 EVENTI RECENTI 
19-04-2019: Seminario su "Contribution of low energy experiments in BSM searches: the Muon g-2 experiment at Fermilab"
16-04-2019: MatinÚes di Scienza INFN-LNF Gli acceleratori di particelle: da microscopi subatomici a strumenti per la medicina
16-04-2019: International Masterclasses-alla scoperta del mondo dei quark
13-04-2019: Finale regionale Premio Asimov
13-04-2019: Premio Asimov 2019 - cerimonia locale
12-04-2019: Le frontiere della fisica dell' Universo
11-04-2019: I Laboratori Nazionali del Gran Sasso: studiare il cosmo dalle profondit├ della montagna
11-04-2019: Incontro con Paul Meitner
10-04-2019: Coulomb-excitation experiments with the Q3D spectrometer at MLL - Magdalena Zielinska
09-04-2019: Nuclei per la cultura

[Back]

 

 

 

Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
tel. +39 066840031 - fax +39 0668307924 - email: presidenza@presid.infn.it

F.M. F.E.