GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  15-10-2002: RICERCA E INDUSTRIA "AL SILICIO" SI INCONTRANO A CATANIA.  
 ELENCO COMPLETO 
Un microchip al silicio
Un microchip al silicio

© 2002 Infn L'utilizzo della foto č gratutito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione Infn.


Dai rivelatori di particelle alla diagnostica medica d’avanguardia: ecco il futuro della microelettronica.

Il 23-24 ottobre si terr?, presso il Grand Hotel Baia Verde di Catania, un workshop su elettronica integrata, sensori al silicio e ricadute tecnologiche in campo medico e industriale. L?incontro vedr? riuniti i massimi esperti in materia, tra i quali ricercatori dell`Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e di altri Paesi membri del Cern e ricercatori della STmicroelectronics. Verranno messe a confronto esperienze e prospettive per rafforzare ed estendere la collaborazione gi? esistente fra mondo della ricerca e dell?industria, ma anche per sviluppare programmi comuni che consentano di affrontare nuove sfide.

Il silicio ? di gran lunga l?elemento pi? comune sulla Terra ed ? anche la materia prima con la quale si costruiscono tutti i dispositivi elettronici diventati ormai parte integrante della vita quotidiana.
In maniera meno appariscente, ma altrettanto decisiva, nel campo della fisica subnucleare sono stati ideati rivelatori che utilizzano il silicio come componente base di strumenti atti a misurare con estrema precisione il passaggio di particelle. Importanti scoperte scientifiche, come ad esempio l?osservazione del quark top al Fermilab di Chicago, sono state possibili grazie all?uso di rivelatori di questo tipo.

La sfida tecnologica pi? ambiziosa, fra quelle che l?Infn affronta oggi, ? la costruzione del grande complesso Lhc (Large Hadron Collider) al Cern di Ginevra. Sar? la macchina acceleratrice di pi? avanzata tecnologia mai realizzata al mondo ed ? concepita fra l?altro con l?obiettivo di scoprire il bosone di Higgs: l?inafferrabile particella ricercata da molti anni e al centro di avanzatissimi esperimenti in diversi Paesi.
La progettazione e la costruzione dei rivelatori necessari per gli esperimenti di Lhc hanno portato a una nuova sinergia tra ricerca di punta e industria. Tale collaborazione ha dato un forte impulso alla costruzione di rivelatori di particelle al silicio e alla componentistica per l`elettronica del trattamento e della trasmissione delle informazioni provenienti da questi rivelatori.
Presso le diverse sedi dell?Infn e in collaborazione con la STmicroelettronics sono stati progettati e realizzati i prototipi del rivelatore centrale dell`esperimento Cms (Compact Muon Solenoid) ad Lhc. Simili dispositivi sono in grado di resistere a condizioni estreme di radiazione e verranno utilizzati anche in altri esperimenti che saranno condotti nello Spazio.

Nell?ambito della conferenza una parte rilevante delle discussioni riguarder? l?uso nella diagnostica medica dei rivelatori al silicio sviluppati per esperimenti di ricerca in fisica delle particelle. Alcuni di essi sono gi? impiegati in progetti pilota, ad esempio per la mammografia ma anche altri settori della medicina promettono sviluppi interessanti soprattutto per quel che riguarda il miglioramento della qualit? delle immagini diagnostiche.


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 
http://www.fi.infn.it
http://www.fi.infn.it/conferenze/elest02/

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana