GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  05-02-2003: PROGETTO APE-NEXT 
 ELENCO COMPLETO 
Il microprocessore di un elaboratore Ape
Il microprocessore di un elaboratore Ape

© Copyright 2002 INFN L'utilizzo della foto č gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN


Una nuova generazione di supercalcolatori al servizio della fisica fondamentale

C?? una frontiera delle conoscenze in fisica teorica che ? impossibile varcare se non utilizzando calcolatori estremamente potenti: ? quella che riguarda le indagini volte a scoprire la pi? intima struttura di protoni e neutroni, ma anche gli studi per trovare risposta a grandi interrogativi quali l?asimmetria fra materia e antimateria, connessa con il problema delle origini del nostro Universo. Per questa ragione i ricercatori dell?Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) a partire dal 1984 hanno progettato e realizzato tre generazioni di avanzatissimi calcolatori chiamati Ape (Array Processor Experiment, esperimento di batterie di processori), mentre la quarta, APE-Next, ? di prossima uscita.
Il 6 febbraio alle ore 16,00, presso l?Aula Magna dell?Universit? di Roma La Sapienza, a piazzale Aldo Moro 5, l?evoluzione dei calcolatori Ape verr? ripercorsa dal professor Nicola Cabibbo, fondatore del progetto Ape.

Il nuovo calcolatore Ape sar? in grado di svolgere migliaia di miliardi di operazioni al secondo, 10 volte pi? dei calcolatori Ape della precedente generazione. Il segreto di tanta velocit? ? nella capacit? di eseguire calcoli in parallelo: in questo modo con una sola macchina si ottiene un risultato analogo a quello che si avrebbe con una miriade di normali calcolatori contemporaneamente al lavoro sul medesimo problema.
Nel passato i calcolatori Ape sono stati utilizzati soprattutto per la verifica di dati ottenuti in esperimenti concepiti per comprendere la natura delle interazioni grazie alle quali i quark sono legati all?interno di neutroni e protoni. Per queste analisi un calcolatore Ape impiegava mesi, al ritmo di centinaia di migliaia di operazioni al secondo. Il nuovo Ape permetter? di affrontare anche temi pi? complessi, prima inavvicinabili perch? anche con i pi? potenti calcolatori a disposizione l?analisi dei dati avrebbe richiesto anni. In particolare sar? molto interessante eseguire un confronto fra le previsioni dei modelli teorici e i dati sperimentali ottenuti negli studi sulla violazione della simmetria fra materia e antimateria. Tale asimmetria sembra essersi generata fra l?altro nei primi istanti di vita del nostro Universo e avrebbe portato a un cosmo popolato dalla materia di cui ? costituito tutto ci? che conosciamo.

Come spesso avviene, col tempo i calcolatori Ape hanno trovato applicazione anche in campi diversi dalla fisica fondamentale per la quale erano stati concepiti. Fra l?altro sono serviti nello studio di fenomeni climatici e per la simulazione del comportamento delle membrane cellulari.


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 
http://chimera.roma1.infn.it/ape.html

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana