GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  01-12-2004: IL CERN PREMIA L’ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE 
 ELENCO COMPLETO 

Il Ministro Moratti: “Un progetto per lo sviluppodelle infrastrutture di calcolo aperto anchealla biomedicina e all’osservazione della Terra”

Alla presenza del Ministro Letizia Moratti il Direttore generale del Cern, Robert Aymar, ha consegnato all?Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) un premio per il contributo che l?Ente ha fornito allo sviluppo della rete Grid e per gli sforzi pionieristici volti a stabilire e promuovere la tecnologia legata alla Grid in Italia e in Europa. Il riconoscimento ? stato consegnato a Roberto Petronzio, Presidente dell?Infn, nel corso di una cerimonia svoltasi a Roma al Ministero dell?Istruzione, dell?Universit? e della Ricerca.

?Il premio all?Infn ha un alto valore simbolico?, ha detto il Ministro Moratti, ?perch?, partendo dagli eccezionali risultati sin qui raggiunti, intende guardare al futuro e alle prossime tappe che ci attendono nella realizzazione del progetto?.

?Il progetto Infn Grid?, ha aggiunto Letizia Moratti, ?annovera oltre venti siti localizzati nelle pi? importanti universit? italiane e sebbene sia in primo luogo focalizzato sullo sviluppo di infrastrutture di calcolo per la fisica, ? stato fin dall?inizio aperto anche ad altri campi di ricerca, quali la biomedicina e l?osservazione della Terra, e rappresenta un modello nella collaborazione tra fisici, esperti di software, di computer e industrie italiane?.

La Grid promette di essere un importantissimo passo in avanti nel campo delle tecnologie informatiche di rete. Essa consentir? infatti a una rete mondiale composta da decine di migliaia di calcolatori interconnessi, di condividere capacit? di calcolo e di memorizzazione dati. Lo scopo ultimo della Grid dunque va ben oltre la semplice comunicazione tra computer, ma mira a trasformare la rete globale di calcolatori in un?unica vasta risorsa computazionale. Si tratta di un passo in avanti molto importante rispetto al Web, il quale consente invece semplicemente di condividere informazioni attraverso Internet.

?L?Infn ? sempre stato all?avanguardia nello sviluppo di tecnologie per il calcolo e ha compreso ben presto la potenzialit? della Grid nel campo della fisica delle alte energie?, ha sottolineato Robert Aymar, ?questa apertura ha dato una spinta alla Grid, grazie alla quale essa non solo si ? affermata come soluzione per le necessit? di calcolo poste dalla fisica delle alte energie, ma si prepara a divenire una tecnologia molto utile anche in altre discipline?.

Era il 1999 quando venne lanciato il progetto Infn Grid: una delle prime iniziative europee di rilievo in questo settore. In particolare, il progetto Infn Grid mirava a studiare la possibilit? di realizzare un software che permettesse applicazioni della nuova rete alla fisica delle alte energie. Nel 2001 vide la luce il progetto europeo DataGrid (Edg), il pi? grande nell?ambito del quinto programma quadro dell?Unione Europea per la Ricerca e lo Sviluppo Tecnologico. Anche nell?ambito di DataGrid l?Istituto ha giocato un ruolo di primo piano. L?Infn ha partecipato inoltre al progetto DataTag, il quale ha spostato in avanti i limiti della velocit? di trasferimento dati attraverso l?Atlantico. Questi sviluppi sono stati applicati con successo al progetto Lhc Computing Grid (Lcg), concepito per sviluppare un servizio computazionale Grid mondiale, in grado di analizzare l?enorme quantit? di dati che a partire dal 2007 verranno prodotti dall?acceleratore Lhc, attualmente in costruzione al Cern. Si tratter? di oltre 15 Petabytes per anno, l?equivalente di molti milioni di Dvd.

"Per l?Infn ? un onore ricevere questo riconoscimento dal Cern?, ha detto Roberto Petronzio. ?L?Istituto ha giocato un ruolo cruciale e pionieristico fin dai primi giorni dello sviluppo della tecnologia Grid per il mondo della ricerca in Fisica delle Alte Energie. Non dubito che i nuovi sviluppi della Grid per il progetto Lcg si riveleranno essere di grande valore non solo per il successo delle ricerche connesse con Lhc, ma anche per una ampia applicazione della Grid a Scienza e Industria?.

Con il Cern nel ruolo di guida e con la collaborazione di altri istituti da quasi tutti i Paesi europei, l?Infn ha promosso il nuovo progetto Egee (Enabling Grids for E-sciencE), il quale ? partito il primo aprile 2004. L?obiettivo primario di questo progetto ? quello di creare una infrastruttura Grid internazionale e omogenea, la quale supporti l?intero mondo della ricerca. Si tratta del pi? grande progetto di infrastruttura Grid mai affrontato dall?Unione Europea e vede la collaborazione di molte istituzioni in Europa, Stati Uniti, Russia e Asia.


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana