GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  20-01-2005: E’ ITALIANO UNO DEI SUPERCOMPUTER PIŮ POTENTI AL MONDO 
 ELENCO COMPLETO 
una fase dell’installazione di un supercomputerAPEmille
una fase dell’installazione di un supercomputerAPEmille

Copyright Desy


APENext nasce dalla collaborazione tra INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), l’italiana Eurotech e prestigiosi enti di ricerca europei.

Roma, 20 gennaio 2005 - Exadron, divisione HPC (High Performance Computing, supercalcolo) di Eurotech S.p.A., e INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) hanno annunciato oggi la produzione dei primi esemplari del supercomputer ?APENext?.

Il progetto APENext, nato sotto l?egida dell?INFN, prevede la realizzazione di un supercalcolatore tra i pi? potenti al mondo. E? attualmente in fase di allestimento una installazione da 12TFlops , che entra di diritto nella classifica delle prime macchine di calcolo al mondo.
A differenza di altri supercalcolatori della stessa classe, che occupano centinaia e addirittura migliaia di metri quadrati di superficie, APENext ha dimensioni ridotte ed ? alloggiato in alcuni ?rack? modulari.
Inoltre il suo consumo complessivo di energia (a parit? di potenza di calcolo) ? molto inferiore a quello degli altri progetti conosciuti. La sua affidabilit? permette di eseguire elaborazioni complesse, che durano anche alcune settimane, senza interruzione.

?Sono meno di una decina, in tutto il mondo, i progetti di supercalcolatori con potenza analoga a quella del nostro APENext? commenta Giampietro Tecchiolli, direttore tecnico di Exadron e consigliere del gruppo Eurotech. ?Ma la potenza di calcolo ? solo uno dei parametri di cui si deve tenere conto. Dopotutto pu? sempre essere aumentata, entro certi limiti, mettendo sempre pi? macchine in parallelo. ? fondamentale invece tenere conto della combinazione di quattro fattori: potenza di calcolo, consumo di energia, spazio occupato e costo del sistema. APENext ? sicuramente al top mondiale, per l?ottimizzazione di questi parametri?.

Le macchine APENext prodotte da Exadron verranno installate in parecchi laboratori avanzati di ricerca in tutta Europa, che gi? usano la famiglia precedente di sistemi APE: Roma, Milano, Trento, Zeuthen (Berlino, Germania), Orsay (Parigi, Francia), Swansea (Gran Bretagna).
Le prime installazioni avverranno in Italia e sono previste entro i primi sei mesi del 2005 e metteranno a disposizione dei nostri scienziati dei potenti supercomputer in grado di soddisfare le loro pi? complesse esigenze di calcolo.

?La collaborazione tra l?INFN ed Eurotech ? stata fondamentale per la realizzazione del progetto? afferma Roberto Petronzio, presidente dell?INFN, ?ed ? un esempio di come la ricerca e l?industria italiana, quando collaborano attivamente, possano competere per vincere in Europa e nel mondo, favorendo la capacit? di innovazione, con importanti ricadute industriali.?

Il progetto APENext ha radici saldamente italiane ed ? il risultato di uno sviluppo e di una complessa opera di ottimizzazione e ingegnerizzazione che ha visto il coinvolgimento dell?INFN e di Eurotech. I ricercatori delle sedi di Roma, Ferrara, Pisa e Milano dell?INFN, con il supporto dell'istituto tedesco per la
ricerca sulla fisica ad alta energia e le particelle elementari Desy (Berlino e Bielefeld) e dell'Universit? di Parigi, hanno definito i concetti architetturali di base e realizzato gli elementi circuitali principali che compongono il supercomputer APENext.
Sono stati sviluppati dei circuiti integrati ad hoc, per il calcolo parallelo, con soluzioni estremamente innovative definite e realizzate dai ricercatori INFN. La messa a punto, la concezione complessiva del sistema, i meccanismi di comunicazione tra i subassiemi e l?ingegnerizzazione di sistema sono il risultato di un?attivit? congiunta INFN-Exadron. A Eurotech ? stata poi affidata anche la produzione industriale. Il lavoro a stretto contatto tra tecnici provenienti dall?industria e scienziati di enti pubblici e accademici, ha permesso di creare un circolo virtuoso di innovazione. Nell?ambito del progetto APENext, Eurotech ha sviluppato, per esempio, dei prodotti per la comunicazione ultrarapida tra macchine di calcolo, che potranno essere impiegati in molte altre applicazioni.

I supercalcolatori sono uno degli strumenti di base che servono agli scienziati per esplorare le discipline alla frontiera della scienza, con la maggior possibilit? di impatto innovativo sull?industria.




 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana