GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  21-07-2006: AL VIA LA COMMERCIALIZZAZIONE DEL PRIMO CICLOTRONE SUPERCONDUTTORE PER ADROTERAPIA 
 ELENCO COMPLETO 



? stato ufficializzato oggi l?accordo tra l?Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e la societ? belga Iba per la commercializzazione in campo biomedico del primo ciclotrone superconduttore in grado di produrre sia protoni che ioni di carbonio. L?innovativo progetto che verr? sviluppato dai Laboratori Nazionali del Sud dell?Infn e realizzato con l?apporto della specifica esperienza ventennale della Iba nel settore dei ciclotroni per applicazioni medicali, ? concepito per essere utilizzato nei centri ospedalieri di adroterapia oncologica.

L?adroterapia ? una delle tecniche radioterapiche pi? sofisticate per il trattamento dei tumori. Essa utilizza adroni, cio? particelle cariche formate da quark, come appunto protoni e ioni. Queste particelle, a differenza di quanto avviene nella radioterapia tradizionale, possono essere indirizzate con precisione verso la massa tumorale, riducendo al minimo il rischio di colpire organi vitali e tessuti circostanti sani. In particolare gli ioni hanno un effetto radiobiologico pi? elevato: essi quindi sono particolarmente indicati per i tumori radioresistenti, tra cui i tumori celebrali e del distretto testa-collo e i carcinomi del polmone e del pancreas. La terapia con i protoni risulta invece pi? indicata per i tumori che si trovano in prossimit? di organi a rischio, quali occhio, base del cranio, o lungo la spina dorsale perch? permettono di indirizzare in modo pi? raffinato la forma del fascio.

Fino ad oggi gli unici strumenti in grado di produrre sia protoni che ioni per adroterapia sono i sincrotroni: macchine acceleratici di particelle molto pi? complesse, ingombranti e costose dei ciclotroni. Un sincrotrone infatti ? costituito da un anello dal diametro di almeno 25 metri, mentre un ciclotrone ? uno strumento compatto dal diametro di 5 metri e dal costo sensibilmente inferiore. Nell?ambito dei propri studi di sviluppo di nuovi ciclotroni, l?Infn ha lavorato al progetto di un ciclotrone multiparticellare, cio? in grado di fornire protoni e ioni di carbonio dotati dell?energia richiesta per i trattamenti adroterapici. ?Il nuovo ciclotrone offre un grande vantaggio tecnologico. Grazie ad esso, per la prima volta il medico avr? la possibilit? di scegliere se produrre ioni o protoni, a seconda del tumore da trattare, con uno strumento compatto, facilmente gestibile e decisamente pi? economico rispetto al tradizionale. Con gli ioni prodotti da questa nuova macchina sar? possibile trattare tumori fino ad una profondit? massima di circa 18 centimetri,? spiegano Giacomo Cuttone e Luciano Calabretta dei Laboratori Nazionali del Sud dell?Infn.

Nel mondo ci sono diversi centri specializzati in adroterapia, soprattutto in Giappone e negli Stati Uniti. In Italia ? attivo da quattro anni il progetto sperimentale Catana (Centro di Adroterapia e Applicazioni Nucleari Avanzate), avviato presso i Laboratori Nazionali del Sud dell?Infn in collaborazione con l?Universit? di Catania e dedicato al trattamento di tumori dell?occhio con protoni (ad oggi sono 112 i pazienti trattati). Per l?adroterapia con ioni, in Europa vi sono due strutture in costruzione: una ? quella della clinica universitaria di Heidelberg, in Germania e l?altra ? il Centro Nazionale di Adroterapia che sorger? a Pavia dalla collaborazione tra la fondazione Cnao e l?Infn. Il nuovo ciclotrone sviluppato dall?Infn e realizzato dalla Iba potr? arricchire le potenzialit? terapeutiche dei centri in grado di effettuare adroterapia.


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana