GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  01-12-2006: ADROTERAPIA 
 ELENCO COMPLETO 

Sarŕ presentato a Catania il nuovo dispositivo per la radioterapia oncologica

La fisica contro il cancro. Marted? 5 dicembre, a Catania, sar? presentato un innovativo e originale ciclotrone superconduttore (un particolare acceleratore di particelle) dedicato alla produzione di fasci di ioni leggeri e protoni, in grado di curare alcuni tipi di tumori attraverso applicazioni cliniche di adroterapia.
Il progetto, che nasce da un'iniziativa dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) in cooperazione con la ditta belga Iba, verr? presentato ai Laboratori Nazionali del Sud (Lns) di Catania, nel corso di una giornata di studio. Nel corso della giornata saranno discussi l'accordo di collaborazione, l'attivit? e le caratteristiche tecniche della nuova macchina e la sua collocazione sul mercato, con particolare attenzione per le possibilit? di sviluppo dell'adroterapia nel nostro Paese.
Il nuovo ciclotrone ha il vantaggio di avere dimensioni e costi ridotti rispetto alle precedenti macchine acceleratici usate per curare il cancro. Inoltre grazie alla produzione sia di ioni leggeri che di protoni, offre al medico la possibilit? di selezionare il tipo di fascio da utilizzare in base alle caratteristiche del tumore. Infatti:
* gli ioni hanno un effetto radiobiologico pi? elevato e hanno quindi maggiore efficacia nel trattamento dei tumori pi? radioresistenti,
* i protoni sono pi? indicati per i tumori che si trovano in prossimit? di organi a rischio, perch? consentono di indirizzare con pi? precisione il fascio.
La messa in produzione del nuovo dispositivo ? stata sancita da un accordo scientifico e commerciale siglato dall'Infn con Iba, azienda leader nel mondo per la produzione di apparecchiature biomedicali per la diagnosi e la terapia oncologica.
La collaborazione tra Infn e Iba ? nata dalle specifiche conoscenze teoriche e tecniche maturate ai Lns, e dalle capacit? tecnologiche e dall'interesse commerciale dell'azienda belga, che vanta una lunga esperienza nell'allestimento di centri di adroterapia e protonterapia.
A livello nazionale, questa intesa sar? anche un'occasione di crescita e sviluppo per le industrie italiane che potranno realizzare componenti essenziali a elevato contenuto tecnologico per la costruzione del dispositivo. Questo acceleratore infatti potr? essere uno strumento prezioso anche per i futuri centri regionali di adroterapia che alcune regioni italiane stanno programmando nell'ambito dell'innovazione tecnologica in campo sanitario.

Adroterapia: che cos'??
Questa tecnica si basa sull'utilizzo di ioni e protoni, cio? di particelle cariche chiamate in generale adroni. E' questa oggi la frontiera della radioterapia oncologica nel trattamento di alcune forme tumorali (quelle che hanno una caratterizzazione loco-regionale) perch? gli adroni, rispetto ai raggi X e agli elettroni tradizionalmente utilizzati in radioterapia oncologica, possono essere indirizzati sul tumore con una pi? elevata precisione. Questo garantisce una maggiore efficacia biologica perch? consente, concentrando la dose in una zona specifica, di non danneggiare i tessuti sani circostanti e di limitare cos? anche gli effetti collaterali prodotti dalla cura. Queste caratteristiche fanno s? che l'adroterapia sia oggi per il radioterapista oncologo lo strumento migliore per combattere e curare forme tumorali in prossimit? di organi a rischio e a elevata radioresistenza.
L'efficacia clinica di questa tecnica ? confermata dal crescente numero di centri di adroterapia gi? realizzati o in fase di completamento in Europa, nel Nord America, in Giappone, in Corea e in Cina.

Adroterapia: l'esperienza dell'Infn
In Italia, l'Infn si distingue per avere capacit? uniche nel campo dell'adroterapia. Dal punto di vista della ricerca, ? una ricaduta diretta degli studi di fisica nucleare. L'esperienza dell'Infn ha consentito di studiare, sviluppare e realizzare ai Lns di Catania il primo (e unico in Italia, fino a oggi) centro di protonterapia dedicato alla cura di patologie tumorali per mezzo di fasci di protoni prodotti dall'acceleratore ciclotrone superconduttore, che da molti anni ? attivo ai Lns per ricerche nel campo della fisica nucleare. Dal 2002 ai Lns, nell'ambito del progetto Catania, in collaborazione con il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Universit? e con gli Istituti di Oftalmologia e Radiologia dell'Azienda Policlinico, sono stati trattati con successo 120 pazienti affetti da patologie tumorali della regione oculare.
L'impegno dell'Infn in questo specifico ambito ? dimostrato anche dal fondamentale contributo scientifico, tecnologico e operativo che sta fornendo per la realizzazione a Pavia del Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (Cnao). L'Infn, infatti, ? da anni impegnato in ricerche, oltre che nel settore degli acceleratori di particelle, anche nel campo dei rivelatori di particelle, della dosimetria, della radiobiologia e dei sistemi avanzati di calcolo e simulazione.

L'appuntamento
Marted? 5 dicembre 2006 a partire dalle ore 9.00
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - Laboratori Nazionali del Sud
Aula Conferenze
Via Santa Sofia, 67
Catania
Per i dettagli del programma: http://www.lns.infn.it/info/events/INFN-IBA.jpg


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana