15-02-2007: UN CONVEGNO E UNA MOSTRA PER BEPPO OCCHIALINI, L’APPASSIONATO ESPLORATORE DEL COSMO  
 ELENCO COMPLETO 

L'utilizzo della foto è gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN

PDF
CS_Occhialini.pdf


Domani, a Milano, un convegno celebrerà i cento anni dalla nascita di Occhialini. La mostra “Giuseppe Occhialini, uno scienziato alla scoperta dell’Universo invisibile” aprirà il 31 marzo al Museo del Balì di Saltara (Pesaro-Urbino).

Nasceva cento anni fa a Fossombrone (in provincia di Pesaro-Urbino) Giuseppe (Beppo) Occhialini, uno dei pi? grandi fisici che l?Italia abbia avuto: pioniere nella ricerca sui raggi cosmici ha scoperto una particella di grandissima importanza - il pione - , ha visto per primo una gigantesca emissione di raggi gamma nel Cosmo e ha contribuito a definire il metodo per la datazione delle rocce. ? morto nel 1993.
A Occhialini verr? dedicato domani, 16 febbraio 2007, un convegno a Milano (?Highlights in Physics Today. One Hundred Years After the Birth of Beppo Occhialini?) presso l?aula magna dell?Universit? degli Studi, in via Festa del Perdono 7. Tra i relatori: Annalisa Celotti della SISSA di Trieste, Malcom Longair di Cambridge (Gran Bretagna), Luciano Maiani, INFN e Universit? di Roma La Sapienza, Antonio Masiero dell?Universit? di Padova, Gabriele Veneziano del Cern di Ginevra, Alberto Sonetti, Antonino Zichichi e altri.
Il simposio ? stato organizzato dall?Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, dall?Universit? degli Studi di Milano e dall?Universit? degli Studi di Milano Bicocca.
Il 31 marzo al Museo del Bal? di Saltara (Pesaro-Urbino, a poca distanza dalla citt? natale Fossombrone) aprir? la mostra ?Giuseppe Occhialini, uno scienziato alla scoperta dell?Universo invisibile? realizzata dal Museo del Bal? con il patrocinio della Societ? Italiana di Fisica e la collaborazione, tra gli altri, dell?Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.
La mostra ? articolata in 30 pannelli distribuiti su 7 sale con strumenti originali funzionanti, come la camera a nebbia o il microscopio con lastre d'emulsione nucleare, entrambi utilizzati per visualizzare la traiettoria delle particelle. Sar? mostrato anche il modellino del satellite per l?esplorazione del cosmo ?BeppoSax? (dedicato quindi a Occhialini) che ha conseguito risultati straordinari nello studio dei raggi gamma.


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: è l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.