GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  13-04-2007: LA MACCHINA PIU’ GRANDE DEL MONDO RAGGIUNGE LA TEMPERATURA DELLO SPAZIO PROFONDO 
 ELENCO COMPLETO 



Il CERN, il laboratorio europeo per la fisica delle alte energie a cui l?Italia partecipa con un finanziamento diretto e il contributo scientifico dell?Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, ha annunciato di aver raggiunto in un test della nuova macchina acceleratrice di particelle la temperatura record di meno 271 gradi centigradi (1,9 Kelvin). La temperatura ? paragonabile a quella che si raggiunge nello spazio profondo, quello pi? buio e freddo.
Il record ? stato raggiunto in un test di LHC (Large Hadron Collider) il nuovo acceleratore di particelle che entrer? in funzione tra la fine di quest?anno e i primi mesi dell?anno prossimo. E? la macchina pi? grande, potente e precisa mai costruita dall?umanit?, con i suoi 27 chilometri di circonferenza, una potenza superiore a 200.000 volte il campo magnetico terrestre e la capacit? di osservare con dettagli impensabili fino a pochi anni fa la vita effimera di particelle nate dalla trasformazione in materia dell?energia contenuta in fasci di protoni accelerati che si scontrano frontalmente.
La temperatura di 271 gradi sotto lo zero viene raggiunta dall?elio che circonda i magneti e permette loro di divenire e rimanere superconduttori. Cio? capaci di far girare al loro interno la corrente elettrica senza dispersione o resistenza.
?E? una grande impresa, per almeno due motivi?, commenta Pasquale Fabbricatore, esperto dell?INFN di Genova per la superconduttivit? e la criogenia, lo scienziato che ha contribuito a progettare alcuni dei magneti pi? imponenti di LHC.
?Il primo motivo ? continua Fabbricatore ? ? che a quella temperatura l?elio diventa superfluido, cio? un liquido con strane caratteristiche tra cui quella di essere completamente privo di viscosit?. Pu? muoversi senza sforzo in qualsiasi direzione e pu? andare anche in salita. Questa temperatura viene raggiunta togliendo pressione all?elio, in base allo stesso principio che fa bollire l?acqua ad una temperatura inferiore in montagna rispetto alla pianura dove la pressione ? maggiore?.
?Il secondo motivo ? aggiunge Fabbricatore ? ? che per la prima volta una temperatura cos? bassa viene raggiunta in un sistema di dimensioni cos? grandi. Pensate che complessivamente, a causa del raffreddamento, i materiali sui 27 km della macchina, si contrarranno di 9,9 metri, quando tutto sar? completato. L?operazione di raffreddamento, indispensabile perch? LHC possa portare a termine la sua missione scientifica, implicher? l?utilizzo di 12 milioni di litri di azoto liquido e di 700.000 litri di elio?.

Per informazioni
Pasquale Fabbricatore
Cell 3497189508
E-mail: pasquale.fabbricatore@ge.infn.it

Romeo Bassoli
capo ufficio stampa
Istituto Nazionale Fisica Nucleare
piazza Caprettari 70, Roma
tel: 39.066840031 - 39.066868162
cell: 3286666766
e-mail: romeo.bassoli@presid.infn.it


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana