GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  03-03-2008: 20 INDUSTRIE ITALIANE AL CERN 
 ELENCO COMPLETO 

© Copyright 2002 INFN L'utilizzo della foto č gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN


Il maggiore centro europeo per la ricerca in fisica di base dedica una settimana alle aziende italiane che hanno contribuito alla costruzione della piů potente macchina mai realizzata dall'uomo

Ha aperto oggi 3 marzo al Cern di Ginevra e proseguir? fino a gioved? 6 Italy at Cern, un'esposizione che vedr? protagoniste 20 aziende italiane. Pur essendo realt? medio-piccole, esse hanno per? reso merito alle capacit? imprenditoriali del nostro paese, fornendo un contributo essenziale all'allestimento di Lhc (Large Hadron Collider). Si tratta del pi? potente acceleratore di particelle mai costruito prima, in generale la macchina pi? grande mai costruita dall?uomo, che entrer? in funzione il prossimo autunno. Dalle ricerche con Lhc i fisici di tutto il mondo si aspettano risposte ai grandi interrogativi ancora aperti sul nostro universo.
I risultati raggiunti da queste aziende sono la conferma del circolo virtuoso che la ricerca fondamentale ? in grado di innestare. Anche se, per definizione, ? praticata allo scopo di accrescere le nostre conoscenze, essa richiede per? lo sviluppo di tecnologie d'avanguardia, producendo cos? notevoli ripercussioni sull'economia dei paesi che investono nei progetti. E tra questi un ruolo importante ? giocato dall'Italia che vi partecipa grazie all'impegno dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn). Inoltre, per favorire la partecipazione delle aziende italiane alle commesse del Cern, i Ministeri degli Affari Esteri e dell'Universit? e Ricerca in collaborazione con l'Infn, hanno istituito l'Ilo (Industrial Laison Office for Italian Industry at Cern), la cui attivit? ? volta a tenere regolarmente informate le aziende e a dar loro assistenza e supporto. "Il ritorno industriale del Cern dimostra come il finanziamento alla scienza di qualit? sia capace di stimolare e lanciare iniziative industriali di grande respiro e importante valore economico", sottolinea Sandro Centro, coordinatore dell'Ilo.
Il contributo dei 20 stati membri al bilancio del Cern, ? calcolato in base al loro Pil. Per l'Italia ha significato negli ultimi anni un rientro in commesse per le aziende nazionali maggiore dell'investimento di capitale. Per ci? che riguarda le forniture industriali, il nostro paese, infatti, ? risultato terzo nelle tecnologie del vuoto e della criogenia, secondo nei settori di ingegneria civile, elettrica e meccanica, e secondo anche complessivamente, preceduto solamente dalla Francia e superando cos? la Germania.
Italy at Cern ha aperto i battenti con una giornata dedicata agli addetti ai lavori, durante la quale le aziende sono state introdotte alle procedure da seguire per essere sempre aggiornate e non lasciarsi sfuggire le nuove opportunit? che si offrono loro. L'inaugurazione al pubblico invece si svolger? domani: a partire dalla mattina si potranno visitare gli stand allestiti dalle aziende, mentre nel pomeriggio, dalle ore 14.00, interverranno Robert Aymar, direttore generale del Cern, Roberto Petronzio, presidente dell'Infn, Giovanni Caracciolo di Vietri, ambasciatore italiano e Andrea Lotti, segretario generale della Camera di Commercio italiana in Svizzera.
L'evento sar? per le aziende italiane un'occasione per far conoscere i propri prodotti e servizi, e per creare sinergie e collaborazioni cos? da favorire nuove possibilit? di sviluppo per l'industria del nostro paese. Ma rappresenter? anche per l'Italia una vetrina sul palcoscenico internazionale in cui far mostra dell'alto livello e dei successi raggiunti dall'industria nazionale, confermando che gli investimenti in ricerca e sviluppo sono necessari per mantenere la competitivit? e favorire la crescita del paese.


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 
http://www.pd.infn.it/ilo/Italia_al_CERN_2008/

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana