GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  17-06-2008: I RICERCATORI DELL’INFN SCOPRONO UN NUOVO TIPO DI RADIOATTIVITŕ  
 ELENCO COMPLETO 

Una ricerca condotta presso i Laboratori Nazionali del Sud dell’INFN ha rivelato l’esistenza di un nuovo tipo di radioattivitŕ. I ricercatori hanno infatti potuto dimostrare per la prima volta la formazione e successiva emissione di nuclei di elio-2. Lo studio č stato pubblicato a metŕ maggio sulla prestigiosa rivista americana Physical Review Letters.

Un nuovo tipo di radioattivit?, mai osservata prima, ? stata individuata con chiarezza in un esperimento condotto dal gruppo del Prof. Giovanni Raciti dell?Universit? di Catania, presso i Laboratori Nazionali del Sud dell?Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). Lo studio, pubblicato dalla rivista Physical Review Letters nel suo numero del 16 maggio, ha mostrato l?esistenza di un isotopo dell?elio, l?elio-2, costituito da soli due protoni. Si tratta di un nucleo molto instabile, con una vita media inferiore ad un miliardesimo di secondo, che decade disintegrandosi in due protoni. Non ? quindi, almeno per ora, utilizzabile a fini pratici ma sicuramente, come spiega il professor Raciti al bollettino dell?American Institute of Physics, ?ci aiuter? a comprendere la struttura di nuclei instabili con un numero di protoni che eccede quello dei neutroni e come, per contro, i nuclei pesanti si formano all?interno delle stelle?.
L?esperimento ? basato su un ingegnoso procedimento. Prima di tutto si fa scontrare un fascio di ioni di neon-20 contro un ?foglio? di berillio. Durante questa collisione ad alcuni dei nuclei incidenti vengono ?sottratti? due neutroni, cosicch? si trasformano in nuclei di neon-18. A questo punto gli stessi nuclei incontrano uno strato di piombo. Questo secondo scontro ha l?effetto di eccitare i nuclei di Neon-18 in uno stato energetico estremamente instabile. Per raggiungere un?energia minore e quindi pi? stabile, ciascun nucleo di Neon-18 decade emettendo un frammento pi? piccolo ed una o pi? particelle. Questa trasformazione si produce in diversi modi. Tra questi i fisici italiani hanno dimostrato esservi un processo, estremamente raro e mai dimostrato prima, in cui i nuclei di Neon -18 producono un nucleo di Ossigeno-16 ed uno di He-2 che rapidamente si disintegra in due protoni.
In precedenza altri studi avevano osservato l?emissione di due protoni rilasciati in processi fisici di questo tipo, ma non erano mai riusciti a dimostrare che questi provenissero dal decadimento di un nucleo di He-2.
Questi studi d?avanguardia continueranno nei prossimi mesi presso i Laboratori Nazionali del Sud alla ricerca di nuovi nuclei leggeri instabili con le stesse caratteristiche.

Contatti per i giornalisti:
Giovanni Raciti
Infn Catania
Telefono Ufficio: 095 542 286
Cell. 380 523 1133
E_mail: raciti@lns.infn.it

INFN Ufficio Comunicazione
Eleonora Cossi, Vincenzo Napolano
Istituto Nazionale Fisica Nucleare
tel: 39. 066868162
e-mail: eleonora.cossi@presid.infn.it


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana