GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  11-07-2008:  SCOPERTA LA TESSERA MANCANTE NEL PUZZLE DEI QUARK 
 ELENCO COMPLETO 
fisici al lavoro sul rivelatore di vertice, il cuore dell'esperimento Babar
fisici al lavoro sul rivelatore di vertice, il cuore dell'esperimento Babar

Courtesy of Peter Ginter




Scoperta dai fisici dell'esperimento BaBar la particella eta_b, fondamentale per completare la spiegazione fisica di come funzioni il collante principale della materia, la cosiddetta forza forte. Questa forza ? responsabile del legame tra protoni e neutroni nei nuclei degli atomi e, nell'infinitamente piccolo, di quello tra i quarks, rendendo possibile l'esistenza stessa della materia, e dei costituenti elementari dell'Universo.
La misura ? stata realizzata allo Stanford Linear Accelerator Center (SLAC), in California, dalla collaborazione internazionale BaBar, con il contributo decisivo dei ricercatori italiani dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e rivela l'eta_b trent'anni dopo la previsione teorica della sua esistenza. La particella , in cui un quark "bottom" ? legato al rispettivo antiquark nello stato di energia pi? bassa, "era una sorta di tassello mancante - afferma Giancarlo Piredda, responsabile del gruppo italiano dell'esperimento - nella nostra descrizione del comportamento dei quark, che secondo la fisica odierna, sono i pi? piccoli costituenti della materia.
La precisione sperimentale con cui l'eta_b ? stata individuata ? peraltro altissima e non lascia margini all'incertezza. Si ? potuta raggiungere grazie ad un sofisticato e ben calibrato rivelatore in funzione da quasi dieci anni e si ? avvalsa di un grande contributo da parte di ricercatori dell?INFN.?
"Come l?atomo di idrogeno ? stato fondamentale per lo studio dell?elettrodinamica quantistica , - spiega Roberto Calabrese, fisico della collaborazione - lo stato legato ?bottom ? antibottom? ? di fondamentale importanza per la comprensione dell?interazione forte, in particolare la scoperta della eta_b mette in luce il ruolo dello spin nell?interazione tra i quarks.?
"Il ruolo dell'Italia, che con l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare d? un contributo pari al 20% sia delle persone che delle risorse finanziarie impegnate nell'esperimento, - aggiunge Fernando Ferroni, presidente della commissione nazionale dell?INFN relativa alla fisica delle particelle elementari - ? stato determinante per la realizzazione di questo importante risultato. In particolare hanno il marchio della ricerca e dell'industria italiana, il grande magnete che incurva la traiettoria della particelle cariche, prodotte nel cuore del rivelatore di BaBar e altre componenti fondamentali dello stesso rivelatore: il rivelatore di vertice e il rivelatore di muoni."
BaBar ? una collaborazione internazionale costituita da circa 500 scienziati ed ingegneri di 74 Universit? e Laboratori americani ed europei.

Contatti per i giornalisti
Giancarlo Piredda
email: giancarlo.piredda@roma1.infn.it
mob. +393337221331

Roberto Calabrese
email: calabrese@fe.infn.it
mob. +393284909356

Romeo Bassoli, Vincenzo Napolano
Ufficio Stampa - Istituto Nazionale Fisica Nucleare
piazza Caprettari 70, Roma
tel: 39.066840031 - 39.066868162
mob.: +393286666766



 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana