GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  29-09-2008: SVELATI AL MONDO I “MAGNIFICI SETTE” DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE EUROPEA 
 ELENCO COMPLETO 
Progetto km3Net per un rivelatore per neutrini nel Mediterraneo
Progetto km3Net per un rivelatore per neutrini nel Mediterraneo

© Copyright 2008 ASPERA L'utilizzo della foto č gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN


Telescopio per raggi gamma Magic2
Telescopio per raggi gamma Magic2

© Copyright 2008 ASPERA L'utilizzo della foto č gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN

I fisici europei si riuniscono a Bruxelles per presentare la strategia per il futuro della fisica delle astroparticelle

Bruxelles, 29 Settembre 2008. Oggi i fisici delle atroparticelle provenienti da tutta Europa hanno presentato il programma strategico per lo sviluppo comune di questo promettente campo di ricerca. Cos?? la materia oscura? Qual ? l?origine dei raggi cosmici? Qual ? il ruolo dei processi cosmici violenti? Possiamo rivelare le onde gravitazionali? Sette progetti prioritari su grande scala serviranno a dare risposta ad alcune tra le pi? affascinanti domande sull?Universo:

? CTA, una grande rete di Telescopi Cherenkov per la rivelazione dei raggi gamma di alta energia
? KM3NeT, un telescopio per neutrini su grande scala (chilometro cubo), nel Mar Mediterraneo
? Rivelatori su grande scala (ton-scale) per le ricerche sulla materia oscura nei laboratori sotterranei
? Un rivelatore su grande scala (ton-scale) per la determinazione della natura fondamentale e la massa dei neutrini
? Un rivelatore su grandissima scala (Megaton-scale) per ricerche sul decadimento del protone, per l?astrofisica dei neutrini e lo studio delle loro propriet?
? AUGER, una rete di rivelatori su decine di migliaia di chilometri quadrati, per lo studio dei raggi cosmici carichi
? E. T., un?antenna sotterranea di terza generazione per le onde gravitazionali

?Nuove incredibili scoperte ci aspettano al varco nell?imminente futuro. Sta a noi condurne l?evoluzione nel corso del prossimo decennio? afferma Christian Spiering del laboratorio tedesco DESY, che ha guidato la Commissione per roadmap. Dopo due anni di processo per la roadmap, la pubblicazione della Strategia Europea per la Fisica delle Astroparticelle ? un passo importante e afferma il ruolo di dominio dell?Europa in un?impresa che ? sempre pi? estesa a livello globale.

Dai laboratori sotterranei o sottomarini allo spazio, fino ai pi? isolati luoghi nel deserto, gli esperimenti di fisica delle astroparticelle stanno raccogliendo sfide sempre pi? affascinanti, con l?obiettivo di rivelare le particelle pi? elusive e svelare i pi? oscuri misteri sulla struttura dell?Universo. Nato nell?incontro tra la fisica delle particelle, la cosmologia e l?astrofisica, quello della fisica delle astroparticelle ? un ambito di ricerca estremamente promettente e in rapidissima crescita.

Per garantire il coordinamento della fisica delle astroparticelle a livello europeo, gli istituti di ricerca di 13 paesi hanno unito gli sforzi nel network europeo ASPERA*, un ERA-Net (European Research Area-Network) finanziato dalla Commissione Europea. Grazie al lavoro svolto con ASPERA, i paesi europei hanno ottenuto per la prima volta uno strumento di programmazione comune per la ricerca in fisica delle astroparticelle.

Questo programma ambizioso permetter? ai paesi europei di arricchire notevolmente la nostra comprensione della struttura, l?origine e le sorti dell?Universo. I progetti pi? avanzati come CTA (raggi gamma di alta energia) e KM3NeT (neutrini di alta energia) potranno essere realizzati gi? a partire dal 2012. L?impegno economico previsto per il programma, nell?ordine del miliardo di euro, richieder? un progressivo aumento annuo degli investimenti attuali per la fisica delle astroparticelle, fino a un incremento complessivo del 50% circa in un periodo di dieci anni.

"La realizzazione tempestiva dei Magnifici Sette ? una grossa sfida?, afferma il coordinatore di ASPERA, Stavros Katsanevas del centro di ricerca francese IN2P3 del CNRS. ?Ma siamo fiduciosi che, contrariamente a quanto avviene nel film citato, nessuno di essi soccomber?, perch? gli istituti europei, e ApPEC*, sostengono questi progetti prioritari. Lo stesso avviene in altri continenti ed ? importante coordinare e dividere i costi, non solo internamente all?Europa ma su scala mondiale?.

Ecco perch? oltre all?Europa, ASPERA d? il benvenuto, oggi 29 e domani 30 settembre, a 200 tra scienziati e dirigenti degli istituti finanziatori da tutto il mondo, in un?ottica di collaborazione internazionale.

Oggi i fisici europei delle astroparticelle hanno dichiarato anche il loro supporto a missioni a terra e nello Spazio per l?esplorazione dell?energia oscura; sosterranno inoltre la concezione di un network cooperativo di laboratori sotterranei e l?apertura di una call for proposals per teconologie innovative nel campo della fisica delle astroparticelle. Non ultima in ordine di importanza, hanno dichiarato l?intenzione di promuovere la formazione di un Centro per la Fisica Teorica delle Atroparticelle.

______________________________________

Per ulteriori informazioni contattare:

ASPERA ufficio stampa ? CERN
Arnaud Marsollier
arnaud.marsollier@cern.ch
+41 22 767 37 09

ASPERA coordinator
Dr. Stavros Katsanevas
+33 1 44 96 47 57
katsan@admin.in2p3.fr

Chairman of ASPERA Roadmap Committee
Dr. Christian Spiering
christian.spiering@desy.de
+49 33762 77218

INFN-Ufficio Comunicazione
Francesca Scianitti
francesca.scianitti@presid.infn.it
+39 06 68 68 162


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 
http://www.aspera-eu.org/images/stories/roadmap/aspera_roadmap.pdf
http://www.aspera-eu.org/images/stories/roadmap/aspera_roadmap.pdf

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana