GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  22-12-2008: A ROMA SI APRIRA’ UNA NUOVA FINESTRA SULL’UNIVERSO PRIMORDIALE 
 ELENCO COMPLETO 

© Copyright 2002 INFN L'utilizzo della foto č gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN


L’INFN lancia gli studi di fattibilita’ per arrivare al progetto internazionale del nuovo, rivoluzionario acceleratore SuperB. Superata questa prima fase, il progetto potrebbe vedere la luce a Roma, con una tecnica innovativa inventata dai laboratori di Frascati. Esplorera’ l’Universo di 13,7 miliardi di anni fa.

Il Comitato Direttivo dell?Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) ha approvato all?unanimita? l?avvio degli studi internazionali (la cosiddetta ?fase TDR? technical design report) per un progetto di Super Flavor Factory ("SuperB Project"), un nuovo acceleratore di particelle per esplorare le condizioni iniziali dell?Universo, 13,7 miliardi di anni fa. Si trattera? di un grande complesso di ricerca con una forte caratterizzazione internazionale che, se la fase TDR avra? esito positivo, potrebbe sorgere nell?area di Tor Vergata, a sud est di Roma, non distante dai laboratori nazionali dell?INFN di Frascati.
Il Comitato Direttivo ha deciso di far partire il progetto di fattibilita? di SuperB per organizzare lo sforzo internazionale necessario a far s? che l?inizio della costruzione della macchina possa avvenire nel giro di 2 o 3 anni. Per questo scopo, si sta formando una struttura scientifica e tecnica internazionale di altissimo livello.
All?iniziativa collaboreranno scienziati e istituzioni di ricerca di Stati Uniti, Russia, Francia, Germania, Canada e di altri paesi.
SuperB e? basata su un nuovo schema per gli acceleratori di particelle sperimentato a Frascati sviluppando una intuizione del fisico italiano Pantaleo Raimondi. Le prove di questo nuovo schema hanno dato risultati eccellenti.
Il progetto SuperB e? complementare a quello del grande acceleratore di particelle LHC del CERN di Ginevra. Il compito della macchina di Roma sara? quello di ricreare una condizione simile a quella in cui, subito dopo il Big Bang, la materia e l?antimateria coesistevano prima che la materia prendesse ? misteriosamente ? il sopravvento.
Per realizzare questa ricerca, l?acceleratore SuperB fara? scontrare fasci di elettroni e della sua particella nell?antimateria, i positroni.

Per saperne di pi?

1) L?esperimento SuperB funzionera? facendo scontrare fasci di elettroni e positroni. In questo modo si avra? una enorme produzione di ?mesoni B?, particelle pesanti di cui e? importante studiare delle forme rare di decadimento. I decadimenti rari delle particelle aprono una nuova finestra sui primi istanti di vita dell'universo, e ci aiutano a rispondere a uno dei maggiori misteri della fisica:"Perche? nell'universo troviamo solo la materia, mentre sappiamo che materia e antimateria furono prodotte in uguale misura al momento del Big-Bang?". Con gli esperimenti della SuperB i principi della fisica quantistica ci permetteranno di vedere, per un piccolissimo istante e come illuminate da un flash, materia e antimateria cos? come erano 13,7 miliardi di anni fa, subito dopo il Big-Bang. La SuperB produrra? e registrera? decine di miliardi di queste istantanee. Gli studi di SuperB potrebbero anche ? assieme alla ricerca di LHC ? mostrarci i nuovi confini della fisica del 21? secolo.

2) L?innovazione tecnica ?made in Italy? La nuova macchina si basa su una tecnica innovativa messa a punto dal fisico Pantaleo Raimondi. Si tratta di una innovazione del concetto di ?CrabWaist?, ed e? stata realizzata e provata ai laboratori di Frascati modificando l?acceleratore DA_NE . Questa tecnica si e? dimostrata capace di far raggiungere picchi di luminosita? altissimi (1036 per centimetro quadro per secondo) e potra? essere utilizzata anche da progetti complementari, come quello dei Budker Laboratory di Novosibirsk, in Russia. Elettroni e positroni circoleranno in un tubo a vuoto sotterraneo lungo 1800 metri e saranno fatti urtare gli uni contro gli altri. L'apparato sperimentale, comprendente anche un grosso magnete superconduttore, registrera? tutti i prodotti degli urti di elettroni e positroni. Acceleratori simili attualmente in funzione negli Stati Uniti e in Giappone sono una buona base di partenza. Non sono pero? in grado di produrre il numero di collisioni, e quindi di "istantanee", necessarie ad aprire una finestra sull'universo remoto, se non a prezzo di grandi modifiche e con un costo energetico molto alto. In questo momento hanno una luminosita? cento volte inferiore a quella preconizzata per SuperB.


Contatti e informazioni:


Umberto Dosselli
Vice presidente INFN
Cell 39+3209232316
umberto.dosselli@pd.infn.it


Marcello Giorgi
INFN
Cell 39+3486515317
marcello.giorgi@pi.infn.it

Romeo Bassoli
capo ufficio stampa
Istituto Nazionale Fisica Nucleare
tel: 39.066868162
cell: 3286666766
romeo.bassoli@presid.infn.it


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana