GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  12-01-2010: EUROPA E INDIA LANCIANO LA COLLABORAZIONE SU GRID CON IL COORDINAMENTO INFN 
 ELENCO COMPLETO 

© Copyright 2002 INFN L'utilizzo della foto č gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN




E? stato lanciato oggi a Nuova Delhi il progetto (a guida INFN) EU-IndiaGrid2 sustainable e-infrastructures across Europe and India, per coordinare la rete di comunicazione scientifica dell?Unione Europea e dell?India. E? la seconda fase di una grande iniziativa che permetter? agli scienziati di avere a disposizione in tempo reale sia tutte le informazioni sulle ricerche altrui, sia enormi potenzialit? di calcolo indispensabili per la scienza dei nostri giorni. E? questa la Grid, come viene chiamata la fase pi? avanzata dell?utilizzo di internet, e insieme il suo ulteriore sviluppo, quello delle e-infrastructures. Il fine di queste ultime ? infatti quello di mettere in comune tutto l?insieme di infrastrutture informatiche che si collegano alla Grid (rete, calcolo e supercalcolo, dati), permettendo lo sviluppo della e-science, la scienza che utilizza il supercalcolo.
Il project manager dell?iniziativa ? Alberto Masoni, dirigente di ricerca dell?Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN).
L?obiettivo dell?iniziativa ? quello di mettere in comune le informazioni e i dati aggiornati delle ricerche europee e indiane, ma, anche, di permettere l?utilizzo delle macchine in rete per migliorare le capacit? di calcolo delle due comunit? scientifiche. Il tutto ovviamente viene messo a disposizione della comunit? scientifica mondiale.
EU-IndiaGrid2 ha un carattere fortemente multidisciplinare mettendo (con investimenti peraltro modesti) la rete Grid e l? insieme delle infrastrutture informatiche associate a disposizione delle comunit? scientifiche impegnate principalmente su quattro grandi tematiche:

? Cambiamenti climatici
? Fisica delle alte energia (utilizzando la collaborazione tra Unione Europea e India per la ricerca sui dati del Large Hadron Collider)
? Biologia (incrementando la precisione dei software di simulazione)
? Scienze dei materiali

Il lancio del progetto avviene in concomitanza con il meeting Europa - India sulle infrastrutture della ricerca che verr? inaugurato dal Consigliere Scientifico del Premier Indiano e dal Rappresentante della Delegazione dell?Unione Europea.
?Il progetto EU-IndiaGrid2, che va dal 2010 al 2012 ? commenta Alberto Masoni ? ? costruito sul successo della prima iniziativa EU-IndiaGrid (2006-2009) che puntava a migliorare l?interoperativit? delle infrastrutture di Grid indiane e europee. La prima iniziativa, come afferma Viviane Reading, Commissario Europeo Information Society and Media ?? stata capace di mettere in moto in modo in modo efficace gli attori piu? rilevanti, in campo indiano ed europeo a beneficio della comunit? della ricerca dei due paesi?. L?insieme del progetto EU-IndiaGrid ? guidato dall?INFN ?a testimonianza ? spiega Andrea Vacchi, della Giunta esecutiva dell?INFN ? della solidit? e dei risultati conseguiti dalla rete GRID realizzata in Italia sotto l?egida dell?INFN?.
L?iniziativa render? ancora pi? forte la collaborazione europea con un paese come l?India in grande sviluppo sia dal punto di vista scientifico che economico.
Il termine e-Science (o eScience) ? stato coniato nel 1999 da John Taylor, Direttore Generale del Research Councils Office of Science and Technology britannico ed ? usato per descrivere la scienza ad alta intensit? di calcolo che viene realizzata in ambienti di rete altamente distribuita. Questo termine comprende anche le tecnologie che permettono la collaborazione distribuita, come l?Access Grid. La fisica delle alte energie ha un?infrastruttura particolarmente ben sviluppata di e-Science dovuta alla esigenza delle attrezzature di calcolo sufficienti per l?analisi dei risultati e dell?immagazzinaggio dei dati che provengono dal Large Collider del Hadron del
CERN.


Per ulteriori informazioni:
Alberto Masoni
INFN 
EU-IndiaGrid Project Manager
alberto.masoni@ca.infn.it
Tel +39 070 6754900
www.euindiagrid.eu

Romeo Bassoli
capo ufficio stampa INFN
tel: 066868162
cell: 3286666766
e-mail: romeo.bassoli@presid.infn.it


Eleonora Cossi
ufficio stampa INFN
tel: 39. 066868162
e-mail: eleonora.cossi@presid.infn.it


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana