GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  04-10-2010: UN ALTRO PASSO AVANTI VERSO SUPER B 
 ELENCO COMPLETO 
Il  sito della SuperB nei pressi dei Laboratori Nazionali di Frascati
Il sito della SuperB nei pressi dei Laboratori Nazionali di Frascati

Copyright INFN L'utilizzo della foto � gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN


Copyright INFN L'utilizzo della foto � gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN



In un secolo di ricerche e' stato scoperto che i componenti piu' elementari della materia sono organizzati in tre 'famiglie' molto simili l'una all'altra. L'origine di questo specifico numero e di questa organizzazione rimane un mistero irrisolto. La fisica del "flavor", la comprensione dettagliata delle interazioni tra queste famiglie e il confronto tra le proprieta' della materia e dell'anti-materia, sono una delle vie piu' promettenti per studiare la nuova fisica; un campo di ricerca del tutto complementare alla frontiera' dell'alta energia, notoriamente perseguita al collider LHC del CERN.
L'esperimento SuperB, che si promette di essere la punta di diamante della fisica del flavor, e' stato proposto dall'INFN al governo italiano come progetto internazionale da costruire nelle vicinanze deie Laboratori Nazionali di Frascati, dove gli studi sulle collisioni di fasci di particelle sono iniziati negli anni 60. La European Strategy Session del Council del CERN ha descritto SuperB come un'iniziativa regionale che ben si inserisce all'interno della strategia Europea.

Il Conceptual Design Report (CDR) di SuperB e' un documento omnicomprensivo che delinea sia il potenziale di fisica che il design dell'acceleratore capace di generare la luminosita' necessaria per sfruttarlo. Il Collider di SuperB e' costituito da due anelli che collidono fasci di elettroni e positroni, producendo decine di miliardi di quark pesanti e leptoni pesanti in una configurazione che rende immediatamente accessibili studi di precisione dei loro decadimenti. E' da notare che questo nuovo acceleratore puo' utilizzare molti componenti dell'acceleratore PEP-II che e' stato recentemente dismesso presso lo SLAC National Accelerator Center, con un risparmio di oltre 100 million euros.
SuperB ha recentemente completato e pubblicato su arXiv.org una serie di progress reports che descrivono l'impressionante progresso fatto dal CDR ad ora, nel consolidamento del caso di fisica (arXiv:1008.1541 [hep-ex]), e nel design, stiam dei costi, e piano di lavoro per la realizzazione del rivelatore e dell'acceleratore SuperB.
Il nuovo detector descritto in questo progress report (arXiv:1007.4241 [physics.ins-det]) e' stato scritto da un gruppo di 240 fisici provenienti da nove paesi. E' capace di funzionare con gli intensi fasci del collider SuperB, e rappresenta un sostanziale passo avanti nella tecnologia dei sistemi di rivelatori, con miglioramenti nella risoluzione, nella resistenza alla radiazione e nella capacita' di rigettare il fondo.

In maniera simile l'acceleratore, descritto nel progress report scritto da piu' di ottanta scienziati degli acceleratore provenienti da sei paesi e dal CERN (arXiv:1009.6178v1 [physics.acc-ph]) rappresenta un passo avanti significativo rispetto al CDR: e' piu' piccolo (adesso 1250m di circonferena), ha un lattice interamente calcolato, comprende un fascio di elettroni polarizzato, e include un margine di flessibilita' per raggiungere la luminosita' di design di 1036 cm-2s-1.

Allo scopo di velocizzare i preparativi per la costruzione di SuperB il management dell'INFN, in accordo con il governo Italiano, ha preso tre importanti iniziative concrete su altrettanti aspetti strategici del progetto SuperB: in primo luogo il budget per supportare il SuperB Technical Design Report nel 2011 sara' incrementato rispetto a quello del 2010; in secondo luogo sara' incrementato in maniera significativa il numero di ingegneri di alto livello ed experti di fisica degli acceleratori devoti al TDR attraverso la cooperazione IN2P3/INFN , ed infine attraverso il lancio di una campagna di studi per definire in maniera esaustiva il sito proposto. L'INFN e' percio' sicuro che il progetto SuperB sara' pronto per un repentino inizio dei lavori di costruzione appena verra' data la luce verde dal governo. Lo sforzo per scrivere il TDR e' supportato anche dagli altri pasi coinvolti nel progetto; quattro di questi, Francia, Russia, Canada e gli USA hanno recentement firmato a questo proposito protocolli d'intesa (MOU) con l'Italia. I lavori preliminari per elaborare un accordo sul consorzio ERIC (European Research Infrastructure Consortium) sono in stato avanzato.

Il Ministro dell'Istruzione, Universita' e Ricerca, Mariastella Gemini ha scrito 'In relazione al progetto SuperB, discusso dal consiglio del CERN nella sessione dedicata alla strategia europea, vorrei informarvi che il Ministero di cui sono a capo ha incluso SuperB in un ristretto gruppo di proposte per cui e' stato richiesto un finanziamento, poiche' apprezzo le caratteristiche di altissima innovazione scientifica e tecnologica del progetto.'

Roberto Cingolani, direttore dell'IIT ha dichiarato alla comunit di ricercatori della SuperB, riunita a Frascati 'Tra le partnerships piu' rilevanti previste per il progetto Super B, L'Istituto italiano di tecnologia agira' come cruciale utente finale, partecipando con fondi collegati/volti alla realizzazione di strutture contenenti alcune linee di fascio dedicate a studi applicativi e di frontiera nel campo delle nano scienze della vita e dell'imaging. Cio' allarghera' l'impatto scientifico del progetto SuperB nel futuro e potenziera' inoltre il potenziale di trasferimento tecnologico del progetto.'


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 
http://web.infn.it/superb/

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dellUniverso
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELLINFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: lIstituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELLUNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana