GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  04-01-2011: ARRIVA SUPERB, LABORATORIO INTERNAZIONALE IN ITALIA 
 ELENCO COMPLETO 




Ricostruire la storia dell'Universo cercando gli eventi piu' rari attraverso una tecnologia di precisione estrema. E' questo il progetto dell'INFN per realizzare SuperB, l'acceleratore di particelle a base italiana e a partecipazione planetaria che il Ministero dell'Istruzione, Universita' e Ricerca ha deciso di valorizzare e finanziare come progetto bandiera.

E' un progetto che realizzera' ricerca di base a livelli altissimi, sviluppando tecniche innovative e producendo importanti ricadute tecnologiche e per altri filoni scientifici. Ma sara' anche un qualificatissimo centro internazionale di ricerca realizzato in Italia. La fase di progetto ha gia' visto la partecipazione di istitituti di 10 Paesi oltre al nostro.

Come dice il decreto ministeriale 'il progetto vede il coinvolgimento di enti e Universita', nonche' di aziende di vari settori di attivita'. Numerose e prevedibili appaiono le ricadute in settori di interesse del paese, soprattutto nei confronti dell?ampliamento di orizzonti scientifici di base e particolari applicazioni riguardanti la rivelazione di particelle, tecniche avanzate di simulazione, metrologia nanometrica eccetera'.
Non a caso al progetto collabora anche l'Istituto Italiano di Tecnologia: sara' infatti possibile, ad esempio, sfruttare l'acceleratore come sorgente di luce ad alta brillanza. La macchina sara' dotata di varie linee di luce utilizzabili anche in scienza della materia e in applicazioni biotecnologiche.
Il progetto SuperB parte da una idea di fondo: si possono ottenere ottimi risultati scientifici anche con acceleratori di particelle piu' piccoli dei 'giganti' attuali e con energie molto piu' basse.
Il nodo sta nel riuscire a far scontrare fasci di particelle estremamente compatti, piccoli e corti, densissimi. SuperB vuole aumentare cosi' di 100 volte rispetto al limite attuale il numero di reazioni prodotte nella stessa unita' di tempo in laboratorio. In questo modo, attraverso lo studio di processi estremamente rari di decadimento di particelle gia' note, si possono evidenziare piccolissimi effetti non previsti dalle teorie.
Il balzo in avanti di SuperB si basa su idee sviluppate in Italia e sperimentate dalla divisione acceleratori dei Laboratori Nazionali di Frascati dell'INFN, con la macchina Dafne. In particolare l'incrocio ad angolo dei fasci costituisce uno dei punti di forza del progetto, perche' permette a un pacchetto di particelle di non muoversi sullo stesso percorso di quello che si muove in senso inverso, evitando interferenze indesiderate. Gli esperimenti e le simulazioni sin qui compiute mostrano che SuperB sara' in grado di soddisfare la richiesta della fisica e produrre 1000 coppie di mesoni B, altrettante coppie di leptoni tau; e diverse migliaia di mesoni D per ogni secondo di operazione a pieno regime. Un vero record mondiale.
Le ricadute tecnologiche di SuperB riguarderanno:

Biologia
Chimica e ambiente
Microelettronica
Diagnostica e applicazioni mediche
Materiali innovativi
Nanotecnologie
Beni culturali

Utilizzando la luce ad alta brillanza sono possibili molte soluzioni innovative, come ad esempio radiografie superveloci e per oggetti molto grandi, studio in tempo reale di complessi processi chimici e biologici, esami estremamente raffinati della struttura dei materiali, litografia avanzata come ad esempio la creazione di microacquedotti e micropompe in oggetti piccoli come i dispenser di medicinali installati sotto pelle, studi di processi chimici che arrivano fino alle immagini dei comportamenti delle singole molecole


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana