GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  31-05-2011: GALILEO A GINEVRA PER I 150 ANNI DELL’UNITŕ D’ITALIA  
 ELENCO COMPLETO 

Copyright INFN L'utilizzo della foto č gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN




L?INFN celebra oggi con la Rappresentanza Permanente d?Italia presso le Nazioni Unite e le Organizzazioni Internazionali a Ginevra, la Festa della Repubblica e l?Anniversario dei 150 anni dell?Unit? d?Italia. Le celebrazioni si terranno nella hall centrale dell?Organizzazione Mondiale della Propriet? Intellettuale (OMPI), dove ? allestita fino al prossimo 3 giugno la mostra ?An Italian History of Innovation?, curata dall?INFN, dall?Universit? di Pavia e dall?Universit? di Perugia. Nella mostra, il racconto di alcune delle tappe fondamentali della straordinaria storia di evoluzione del pensiero scientifico in Italia, da Galileo a oggi, ? testimoniato da oggetti storici, riproduzioni di strumenti, ricostruzioni di macchine e parti di moderni rivelatori di particelle. Si trovano esposti strumenti originali risalenti al gruppo di Via Panisperna guidato da Enrico Fermi, il pioniere della fisica nucleare, un modello in scala reale del primo collisore al mondo di tipo materia-antimateria, la riproduzione d?inizio secolo della pila di Volta, la ricostruzione di alcune macchine di Galileo - tra le quali pendoli per lo studio degli urti, un piano inclinato di 6 metri, una bilancia ad acqua - e parti dei rivelatori usati al Cern nel recente passato.

Se nel ?600 Galileo Galilei impone un nuovo modo di conoscere la natura aprendo la strada alla scienza moderna, all?inizio del ?900 le ricerche sul nucleo atomico di Enrico Fermi getteranno le basi della fisica delle particelle elementari. Con la nascita dell?Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) nel 1951, erede della scuola di fisica fondata da Fermi, si costituisce in Italia una comunit? di scienziati unica per ricchezza di inventiva, capace di esportare idee e metodo in tutto il mondo. Lo stesso potenziale di innovazione caratterizzer? in quegli anni la nascita a Ginevra del laboratorio europeo di fisica delle particelle, il CERN, alla cui fondazione e successivo sviluppo l?Italia ha dato un forte contributo. Nel corso della storia italiana, alla vitalit? degli scienziati si accompagna sempre un dinamismo di settori contigui come l?industria e il design. Sono esemplari in questo senso gli anni ?50 e ?60, un periodo di forte accelerazione del processo di industrializzazione che porter? l?Italia a partecipare alla Convenzione istitutiva della WIPO (Organizzazione Mondiale della Propriet? Intellettuale), nel 1967 a Ginevra.
Oggi al CERN di Ginevra, gli scienziati italiani sono a capo dei principali esperimenti di LHC, il pi? potente acceleratore di particelle al mondo, la cui complessit? tecnologica non ha precedenti. L?INFN ? inoltre oggi partner fondamentale in numerose collaborazioni internazionali, con esperimenti che portano all'estremo i limiti dell'applicazione della conoscenza e hanno un impatto straordinario in moltissimi campi, in un processo di innovazione che vede da sempre l?Italia in prima linea.

CONTATTI
Francesca Scianitti, INFN Ufficio Comunicazione
francesca.scianitti@presid.infn.it - 06 6868162
Romeo Bassoli, INFN Ufficio Comunicazione
romeo.bassoli@presid.infn.it - 06 6868162, 328 6666766
Maurizio Biasini, INFN e Dipartimento di Fisica dell?Universit? di Perugia
maurizio.biasini@pg.infn.it


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
11-12-2017
TRANSVERSITY 2017
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana