GENERALE
CHI SIAMO
ORGANIZZAZIONE
PRESIDENZA
UFFICIO COMUNICAZIONE
AMMINISTRAZIONE
CENTRALE
ELENCO TELEFONICO
OPPORTUNITÀ DI LAVORO
 ATTIVITÀ
FISICA PARTICELLARE
ASTROPARTICELLARE
FISICA NUCLEARE
FISICA TEORICA
RICERCA TECNOLOGICA
ESPERIMENTI
PUBBLICAZIONI INFN
TESI INFN
 SERVIZI
PORTALE INFN
AGENDA INFN
EDUCATIONAL
WEBCAST
MULTIMEDIA
EU FP7
 

Trasparenza valutazione e merito  

DataWeb Support ticket  -  e-mail  

 

  28-07-2011:  DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE POLMONARE GRAZIE ALLA FISICA DELLE PARTICELLE 
 ELENCO COMPLETO 

Copyright INFN L'utilizzo della foto č gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN




Un gruppo di ricercatori dell?INFN ha messo a punto uno strumento informatico che, adattando tecniche di analisi dei dati utilizzate per interpretare le collisioni di particelle dentro gli acceleratori, ? in grado di aiutare i radiologi a individuare noduli sospetti a carico del parenchima polmonare.
Questo strumento, applicato alle immagini digitali dei pazienti (TC, Tomografia Computerizzata), potrebbe essere utilizzato come supporto per lo screening dei tumori polmonari, ancora oggi una delle pi? letali forme di neoplasia.
Lo strumento, chiamato M5L, ? un software basato su questa premessa: la ricerca dei noduli polmonari nelle TC del torace ? un compito complesso che necessita di lunghi tempi di analisi. Si tratta in genere di esaminare centinaia di ?fette? del corpo acquisite dalla TC, in cui sono presenti strutture complesse (vasi e bronchi) che rendono difficoltosa l?individuazione dei noduli. Serve quindi un software in grado di identificare le strutture presenti nel volume polmonare, distinguendo in particolare i noduli da vasi e bronchi e segnalandoli al medico.
I software di grande precisione creati per distinguere i pochi dati interessanti in mezzo ai milioni di eventi che si generano ogni frazione di secondo in un acceleratore di particelle sono parsi, ad un gruppo di ricercatori dell?INFN delle sezioni di Bari, Genova, Lecce, Napoli, Pisa e Torino, un buon punto di partenza per arrivare a leggere le lesioni polmonari. Non a caso la scuola italiana INFN di esperti nelle macchine per l?accelerazione e la rivelazione di particelle ? considerata al top nel mondo.
E cos? ? stato realizzato l?algoritmo ?giusto?. Nella collaborazione chiamata MAGIC-5 che riunisce fisici e medici, si ? riusciti a mettere a punto un prototipo che ha una concordanza dell?80 per cento con le osservazioni dei radiologi con sole 4 indicazioni ?false? (ovvero strutture scambiate per noduli) per ogni esame, costituito da centinaia di ?fette? bidimensionali. Un risultato che rende il sistema affidabile, e perci? applicabile per accelerare e rendere pi? preciso il lavoro dei radiologi.


PER SAPERNE DI PIU?

Il tumore polmonare ? tra le neoplasie pi? diffuse e purtroppo tra le pi? difficili da trattare, tanto che negli ultimi anni la mortalit? (ovvero la frazione di decessi rispetto al numero dei malati) ? rimasta costante e su valori elevati, oltre l?80% a 5 anni dalla diagnosi.
Per ridurre la mortalit? si sta cercando di rendere pi? precoce la diagnosi, con programmi sperimentali di screening di cui recentemente ? stata per la prima volta dimostrata l?efficacia nel caso del tumore al polmone. Tuttavia i lunghi tempi di refertazione di una TC polmonare (tra 20 e 30 minuti), dovuti alle caratteristiche di alta risoluzione di tali immagini, rendono indispensabile l?aiuto di uno strumento automatico, che pu? anche costituire una seconda lettura indipendente. ? questo il ruolo di un CAD, ovvero di un algoritmo che individua le regioni sospette di un?immagine (nel caso del polmone i cosiddetti ?candidati noduli?) e le segnala al radiologo per la valutazione. Naturalmente, a volte l?algoritmo ?sbaglia?, o non rivelando un nodulo o indicando come tale una struttura diversa. Per questo le sue prestazioni sono descritte da un diagramma che rappresenta la sensibilit? (ovvero la frazione di noduli correttamente identificata) in funzione del numero di ?falsi? individuati in uno studio. Il progetto MAGIC-5 ha affrontato il problema sviluppando tre approcci paralleli, basati su algoritmi di intelligenza artificiale tra cui l?uso di colonie di formiche virtuali, e combinando statisticamente i risultati ha mostrato che le prestazioni complessive migliorano.
Inoltre, per rendere accessibile l?algoritmo ai radiologi interessati, MAGIC-5 - in collaborazione con diXit srl - ha realizzato un prototipo di sito WEB: gli utenti abilitati possono ?caricare? un esame TC richiedendo la ricerca automatica dei noduli e ricevono il risultato nella loro casella di posta elettronica. Il sistema M5L, presentato in via sperimentale alla conferenza CARS2011 nel giugno scorso, ? in funzione presso la sezione di Torino dell?INFN e sar? reso pi? efficiente nei prossimi mesi utilizzando le tecnologie di cloud computing che l?INFN sta sperimentando per l?analisi dei dati degli esperimenti del Large Hadron Collider del CERN.

Contatti

Per interviste
Piergiorgio Cerello
cerello@to.infn.it
+41227672918 solo per gioved? 28 luglio e da venerdi? 29 luglio 011 6707046 / cell. 349 6430389

Ufficio stampa Infn 06 6868162
Romeo Bassoli - cell. 328 6666766
comunicazione@presid.infn.it


 SITI COLLEGATI ALLA NOTIZIA 

 COMUNICATI RECENTI 
10-07-2012: Tagli alla ricerca previsti dalla spending review
27-06-2012: Un sera con i misteri dell’Universo
08-06-2012: I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
08-06-2012: I neutrini dal CERN al Gran Sasso confermano il limite della velocita' della luce
07-06-2012: IL CENTRO DI CALCOLO DELL’INFN PREMIATO PER IL SUO IMPEGNO NEL MIGLIORAMENTO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA
06-06-2012: Opera osserva il secondo neutrino Tau
04-06-2012: Il professor Maurizio Cumo nel Direttivo dell'Infn
24-05-2012: Domenica 27 maggio, Open Day ai Laboratori INFN del Gran Sasso
23-05-2012: Siglato accordo di un progetto europeo per la realizzazione di un centro per la cura oncologica
22-05-2012: Ricerche su neutrini e materia oscura, formazione dei giovani, acceleratori di particelle: č l’Istituto virtuale INFN-IHEP di Pechino

[Back]

 

Ufficio Comunicazione Infn - Piazza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma
Tel: 06 68 68 162 - Fax: 06 68 307 944 - email: comunicazione@presid.infn.it

F.M . F.E.

 

 

 

 

 CONFERENZE
13-12-2017
SM&FT 2017 : THE XVII WORKSHOP ON STATISTICAL MECHANICS AND NONPERTURBATIVE FIELD THEORY
 RASSEGNA
STAMPA
VIDEO
 COMUNICATI STAMPA
10-07-2012
TAGLI ALLA RICERCA PREVISTI DALLA SPENDING REVIEW
27-06-2012
UN SERA CON I MISTERI DELL’UNIVERSO
08-06-2012
I LABORATORI DI LEGNARO DELL'INFN COMPIONO 50 ANNI
Ricerca Italiana