<< Torna alla home page
L'inserimento della tesi può essere fatto dall'autore stesso, da un responsabile d'esperimento o dalle segreterie scientifiche
Per qualsiasi problema di natura tecnica scrivere a Supporto Web INFN

NEW: E' assolutamente vietato inserire il nome del relatore al posto del tesista per "bypassare" l'inserimento in anagrafica. Le tesi così formate saranno ritenute invalide ed eliminate dal sistema

Il tesista dev'essere presente nel database dell'anagrafica centralizzata (GODiVA)
Cercare il tesista per cognome, cliccando sul pulsante apposito, ed eventualmente inserirlo tramite il link proposto. Sono richieste le informazioni fondamentali di anagrafica e tipo/numero di documento di riconoscimento
Ultimo aggiornamento 26 apr 2018
Autore
Matteo Barbetti
Sesso M
Esperimento LHC-b
Tipo Laurea Triennale
Destinazione dopo il cons. del titolo Laurea Secondo Livello (Italia)
Università Universita' Di Firenze
Strutt.INFN/Ente
Firenze
Titolo Studio delle risonanze di stati di charmonium nei decadimenti B+ ->p pbar K+ e B+ ->p pbar gamma K+ con l’esperimento LHCb al CERN
Abstract Gli stati di quarkonium, formati dalla combinazione quark–antiquark, sono descritti nel Modello Standard. Lo spettro energetico delineato dalla cromodinamica quantistica (QCD) è caratterizzato da stati che si differenziano per massa, larghezza e numeri quantici, quali momento angolare, parità P e parità C. Il lavoro di questa tesi si è quindi focalizzato sullo studio del charmonium, cioè il sistema c-antic, prodotto nel decadimento del mesone B+. I dati analizzati sono stati raccolti nel corso del 2015 e del 2016 dall’esperimento LHCb del CERN, uno spettrometro di massa in avanti dedicato alla fisica dei quark b e c. Lo studio del canale di decadimento B+ ! (c-antic)K+ con (c-antic) -> protone-antiprotone permette di distinguere vari stati di charmonium. La selezione del decadimento B+ -> p antip K+ è stata ottimizzata studiando la distribuzione della massa invariante della combinazione p-antip-K+ a cui è seguita la sottrazione del fondo combinatorio grazia alla tecnica statistica sPlot. L’analisi della distribuzione in massa invariante p-antip del campione selezionato mette in evidenza eccessi compatibili con gli stati etac, Jpsi , chic0, chic1, etac(2S) e psi(2S). I valori di massa e larghezza ottenuti dalla parametrizzazione della distribuzione sono compatibili con le medie mondiali1 e confermano, con un campione di dati indipendente, l’osservazione del decadimento etac(2S) -> p-antip recentemente riportata dalla collaborazione LHCb. Ad oggi, la produzione dello stato h_c nel decadimento di adroni b non è mai stata osservata, nonostante ne esistano alcune indicazioni. Nel lavoro di tesi si è affrontata la ricerca del canale B+ -> h_c K+ con h_c -> eta_c gamma e eta_c -> p antip, affiancato dal canale di controllo B+ -> chic1 K+ con chic1 -> J/psi gamma e J/psi -> p antip. La parità C garantisce che le due catene di decadimento rimangano separate, permettendo di distinguere lo stato h_c da chic1 che, con una differenza in massa di pochi MeV, risulterebbero altrimenti sovrapposti. La catena di decadimento B+ -> chic1 K+ con chic1 -> J/psi gamma e J/psi -> p antip è stata messa in evidenza per prima volta ad LHCb, mentre non si è osservato segnale per il decadimento B+ -> h_c K+. Si è quindi inoltrata una richiesta ufficiale di produzione Monte Carlo indispensabile per il calcolo delle efficienze di entrambi i canali e per migliorare la strategia di selezione con l'applicazione di tecniche di analisi multivariata, in vista di un'estensione ad un campione più ampio.
Anno iscrizione 2013
Data conseguimento 20 set 2017
Luogo conseguimento Firenze
Relatore/i
Lucio Anderlini   
File PDF
tesiBarbetti.pdf
File PS
Partecipazione a premi Marcello Conversi: Bruno Rossi: Claudio Villi: Sergio Fubini: Francesco Resmini: Giulia Vita Finzi: