<< Torna alla home page
L'inserimento della tesi può essere fatto dall'autore stesso, da un responsabile d'esperimento o dalle segreterie scientifiche
Per qualsiasi problema di natura tecnica scrivere a Supporto Web INFN

NEW: E' assolutamente vietato inserire il nome del relatore al posto del tesista per "bypassare" l'inserimento in anagrafica. Le tesi così formate saranno ritenute invalide ed eliminate dal sistema

Il tesista dev'essere presente nel database dell'anagrafica centralizzata (GODiVA)
Cercare il tesista per cognome, cliccando sul pulsante apposito, ed eventualmente inserirlo tramite il link proposto. Sono richieste le informazioni fondamentali di anagrafica e tipo/numero di documento di riconoscimento
Ultimo aggiornamento 23 apr 2019
Autore
Andrea Esposito
Sesso M
Esperimento NUMEN_GR3
Tipo Laurea Magistrale
Destinazione dopo il cons. del titolo Industria (Altri Settori)
Università Politecnico Di Torino
Strutt.INFN/Ente
Torino
Titolo Progettazione di un sistema per la movimentazione di attrezzatura scientifica, in collaborazione con l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
Abstract Questa tesi ha come scopo principale quello dello sviluppo di un progetto, dettagliato e coerente, che risolva alcune problematiche emerse durante un'ampia opera di rinnovamento in corso nei Laboratori Nazionali del Sud di Catania, laboratorio dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Le problematiche sono associate alla movimentazione di alcuni magneti, facenti parte della linea di spegnimento (beam dump) di un fascio di ioni utilizzato per un esperimento di fisica nucleare. La soluzione sviluppata prevede che i problemi siano risolti mediante l’utilizzo di un carrello particolare, che garantisca ai magneti la libertà  di movimento che necessitano per aggirare gli ostacoli presenti. Nell'introduzione saranno esposte le problematiche e i vincoli. Saranno così definiti i requisiti di progetto e i gradi di libertà  necessari perché gli ingombri possano essere aggirati. Al termine dell'introduzione saranno esposte nel dettaglio le fasi della movimentazione dei magneti. Seguirà  una sezione dedicata all'analisi funzionale del carrello. Questa parte anticipa risultati che saranno spiegabili solamente una volta lette le sezioni successive, ma è necessaria perchè il lettore possa avere a mente una visione di insieme di come il carrello è strutturato e di quali siano le funzioni associate a ciascuna struttura. La sezione dedicata all'analisi funzionale del carrello è, in definitiva, quella che dona maggiormente unità, coerenza e armonia al progetto nel suo insieme. Nelle sezioni successive saranno illustrate le fasi del dimensionamento dei tre macrosistemi che compongono il carrello, ciascuno associato ad uno dei gradi di libertà  principali emersi nell'introduzione. Sarà  inoltre dimensionato il sistema di regolazione della posizione del gruppo magneti. Alcuni dei componenti utilizzati saranno commerciali, e per alcune parti del loro dimensionamento si utilizzeranno metodologie tratte dai corrispondenti cataloghi. Altri componenti saranno prodotti di carpenteria, e il loro dimensionamento si baserà  sulla resistenza del materiale che li compone. Alla fine di ciascuna sezione saranno calcolate le forze (o coppie) e le potenze necessarie per la motorizzazione del grado di libertà corrispondente. Malgrado i motori non siano specificatamente parte del progetto, tutti gli accorgimenti per la loro installazione saranno predisposti.
Anno iscrizione
Data conseguimento 1 gen 2018
Luogo conseguimento Torino
Relatore/i
Carlo Ferraresi Felice Iazzi Daniela Calvo 
File PDF
Tesi_Esposito_Politecnico_TO.pdf
File PS