<< Torna alla home page
L'inserimento della tesi può essere fatto dall'autore stesso, da un responsabile d'esperimento o dalle segreterie scientifiche
Per qualsiasi problema di natura tecnica scrivere a Supporto Web INFN

NEW: E' assolutamente vietato inserire il nome del relatore al posto del tesista per "bypassare" l'inserimento in anagrafica. Le tesi così formate saranno ritenute invalide ed eliminate dal sistema

Il tesista dev'essere presente nel database dell'anagrafica centralizzata (GODiVA)
Cercare il tesista per cognome, cliccando sul pulsante apposito, ed eventualmente inserirlo tramite il link proposto. Sono richieste le informazioni fondamentali di anagrafica e tipo/numero di documento di riconoscimento
Ultimo aggiornamento 18 apr 2013
Autore
Tommaso Mazzoni
Sesso M
Esperimento LHC-b
Tipo Laurea Magistrale
Destinazione dopo il cons. del titolo Dottorato (Italia)
Università Universita' Di Firenze
Strutt.INFN/Ente
Firenze
Titolo Identificazione di muoni nell'esperimento LHCb mediante ricostruzione di tracce con reti neurali ricorsive
Abstract Negli esperimenti di fisica delle alte energie e' di fondamentale importanza poter misurare le traiettorie delle particelle che hanno interagito con i rivelatori. Grazie alle tracce e' infatti possibile misurare l'impulso e la carica delle particelle con l'ausilio di un campo magnetico e determinarne la natura. La ricostruzione delle tracce avviene grazie a particolari rivelatori sensibili alla posizione e grazie ad algoritmi che, partendo dai dati dei rivelatori, sono in grado di determinare la traiettoria delle particelle. In particolare questo lavoro di Tesi affrontera' il problema della ricostruzione di tracce nel rivelatore di muoni dell'esperimento LHCb con una rete neurale ricorsiva. Vedremo come sia possibile utilizzare una rete di Hopfield per risolvere un problema di ottimizzazione combinatoriale e di come la ricostruzione delle tracce sia riconducibile a uno di questi problemi. Le tracce ricostruite serviranno ad identificare i muoni che attraversano il rivelatore di muoni di LHCb; vedremo infatti che identificare queste particelle e' di fondamentale importanza per lo studio dei mesoni B di cui si occupa l'esperimento in questione. All'esperimento LHCb e alla fisica che si vuole studiare con esso e' dedicato il Capitolo 1, dove sara' data anche una descrizione dell'acceleratore LHC e sara' spiegato il problema dell'identificazione dei muoni. Nel Capitolo 2 verranno introdotte le reti neurali ricorsive in relazione ai problemi di ottimizzazione con particolare riferimento alla ricostruzione di tracce. Il Capitolo 3 e' dedicato al metodo utilizzato in questo lavoro di Tesi per la ricostruzione delle tracce nel rivelatore di muoni dell'esperimento LHCb. Verra' descritta nel dettaglio la rete neurale sotto i vari aspetti: la creazione dei neuroni, l'evoluzione della rete e la costruzione delle tracce. Il problema dell'identificazione dei muoni utilizzando le tracce ricostruite sara' descritto nel Capitolo 4. L'analisi si basa sulla misura dell'efficienza di identificazione sulla probabilita' di misidentificazione, ovvero sullo studio di quanti muoni vengono identificati correttamente e di quante volte si sbaglia nella ricostruzione. La ricostruzione delle tracce e l'analisi delle stesse sono state eseguite su un campione di eventi simulati con il Monte Carlo e su un campione di dati selezionati.
Anno iscrizione 2009
Data conseguimento 24 lug 2012
Luogo conseguimento Universita' di Firenze
Relatore/i
Giovanni Passaleva   
File PDF
tesiMazzoni.pdf
File PS
Partecipazione a premi Marcello Conversi: Bruno Rossi: Claudio Villi: Sergio Fubini: Francesco Resmini: Giulia Vita Finzi: